5 Marzo 2018

18:30 Stamperia della Scuola Internazionale di Grafica

“Al-Mutanabbi Street Start Here” è il movimento fondato da Beau Beausoleil e Sarah Bodman nato in seguito ai terribili fatti del 5 marzo 2007 avvenuti a Baghdad, quando un’autobomba esplose in al-Mutanabbi Street, zona mista sciita-sunnita,uccidendo 20 persone e ferendone più di 65. La detonazione distrusse quella che era la strada delle arti e dell’incontro, la via dedicata alle librerie ed alle bancarelle all’aperto, un luogo fatto di bar, cartolerie e sale da thè.

Un posto in cui passeggiare tra i libri esposti sulla strada ed in dialogo con le arti. Lì studenti ed appassionati si incontravano dando vita alla comunità letteraria ed intellettuale di Baghdad. La perdita di questo luogo di aggregazione è stata davvero un duro colpo per la comunità ed il il lamento ed allo stesso tempo la commemorazione per le vittime e per le pagine perse rivive ogni anno in delle letture pubbliche organizzate in tutto il mondo.

Anche quest’anno, Roberta Feoli, printshop manager ed insegnante, nonché parte del progetto con una sua edizione limitata della collezione di stampe, organizza l’evento in quanto artista e sostenitrice del gruppo.

Sono parte attiva del movimento, ho donato pezzi della mia arte alla collezione di libri d’artista e piccole edizioni di stampa che viaggiano da un luogo all’altro per raccontare questa storia e come è ormai mia tradizione invito chiunque voglia a leggere per me e per altri curiosi“.

Una lettura pubblica verrà organizzata in diverse parti del globo nello stesso giorno per ricreare quella strada della lettura e dello scambio ed in Italia sarà presso la Scuola Internazionale di Grafica di Venezia.

Chiunque voglia partecipare attivamente leggendo uno scritto, una poesia o semplicemente raccontandosi attraverso un breve testo può confermare la sua presenza inviando una email a: roberta@scuolagrafica.it

Tutti gli altri sono invitati a dedicare del tempo all’ascolto ed al godere di lingue parole da tutto il mondo. Condividere è il primo passo per non dimenticare.