14 marzo 2017

Cinque domande alla nostra allieva “storica” Francesca Zanella

Who
Francesca Zanella, sono un’artista che ama gli inchiostri, la carta, i rulli, il torchio, la gommalacca e il grembiule, che ama sporcarsi e perdersi nei segni e sorprendersi sempre, alla fine, del risultato pulito che ne esce, nonostante il caos che l’ha preceduto.

What
Ho frequentato la Scuola Internazionale di Grafica in diversi periodi, inizialmente dal 2004 al 2006 frequentando i corsi di libro d’artista, incisione e grafica contemporanea con i maestri Matilde Dolcetti, Carrie Galbraith e Loretta Cappanera, successivamente xilografia con Franco Vecchiet. e Roberta Feoli. E’ un piacere poter passare al Laboratorio della Scuola e incontrare sempre qualche artista con cui avere qualcosa da scambiare oltre che respirare una piacevole aria familiare.

When
Ero alla ricerca di una mia strada…avevo da un paio di anni iniziato a lavorare a Venezia in un ambito diverso da quello dell’arte, anche se sempre in un qualche modo introducevo qualcosa di artistico nel mio lavoro, non potevo farne a meno …da sempre. Cercavo qualche cosa che rispondesse più profondamente ai bisogni che sentivo dentro e ho scoperto così via web la Scuola e un mondo nuovo… Il mio primo incontro fu con Matilde Dolcetti che mi parlò del libro d’artista e mi mostrò una parte della collezione della Scuola… come si poteva non rimanerne affascinati…da lì il seguito.

Where
Sono nata a Padova, ho vissuto un periodo abbastanza lungo a Parigi città che ho amato molto, dove l’aria ottocentesca intrisa d’arte ti stordisce.

Why
Non sono proprio la persona che riesce ad esprimersi nel linguaggio verbale, lo evito …faccio molta fatica e forse per questa mia difficoltà ho sempre cercato la via più facile per me di esprimermi…credo sia questo il perché.