artists-book_loretta_cappanera_italy-2008

11 gennaio 2017

Cinque domande alla nostra allieva, e poi docente, Loretta Cappanera

Who / Chi
Loretta Cappanera: Sono un’artista di libro o sono un libro? Il libro d’artista è oggetto che mi appartiene e soggetto a cui appartengo, libertà assoluta e regola, intimità e condivisione, viaggio e punto fermo, arrivo e partenza.

What / Cosa
Alla Scuola ho frequentato i corsi annuali di: Tecniche tradizionali dell’incisione, Xilografia, e Libro d’artista, con i maestri Matilde Dolcetti, Franco Vecchiet, Jeff Dell e Carrie Galbraith. La mia ricerca legata al segno nella Poesia, ed alla poetica dei materiali, ha trovato nel Libro d’artista la sua risposta. Ho incontrato compagni di viaggio preziosi con i quali sono ancora in contatto. Dal 1998 al 2008, invitata dal direttore artistico della Scuola Matilde Dolcetti, durante il corso annuale di Libro d’artista, ho curato specifici progetti comuni ad artisti e maestri.

When / Quando
Ho scoperto la Scuola seguendo un’amica artista ad un corso estivo di Tecniche sperimentali dell’incisione con il Maestro Riccardo Licata nel 1993. E’ stato un amore a prima vista con la Scuola e con Venezia che ho iniziato a frequentare assiduamente. La luce ed i colori di Venezia, il profumo dell’inchiostro, il respiro dei torchi pronti per una nuova stampa, la musica della carta velina in Stamperia, sono un’emozione sempre nuova, stupore meraviglioso!

Where / Dove
Sono nata a Cividale del Friuli, vivo a Udine. Per me Venezia, venendo dalla terraferma, rappresenta l’apertura, il movimento, la fluidità, l’incontro. Così è stato fin dall’inizio alla Scuola, ma in particolare dal 1998 quando ho incontrato Jeff Dell come maestro e Stefania Missio come compagna di studi. Abbiamo condiviso non solo un percorso di formazione, ma un’idea di Libro d’artista. Spesso i miei libri d’artista, raccolgono e talvolta impaginano una poesia, è da questi testi scavati dentro la vita dell’uomo, parola-urlo che sottoscrive una dichiarazione poetica e profetica che ha inizio la mia progettazione, per confluire nel senso manuale, artigianale del Faber, artista di libro. Seguendo questa spinta, nel 2002 insieme al poeta Andrea Zuccolo, abbiamo fondato la casa editrice, CappaZeta Edizioni con sede a Udine.

Why / Perché
Nella seconda metà degli anni ’90, dopo aver sperimentato tecniche che si rifanno alla grande tradizione storica della pittura italiana quali: pittura a-fresco, tempera, usando sostanze naturali come terre, essenze vegetali, sabbie e con scelte iconografiche ispirate alle parole poetiche di Rainer Maria Rilke, Rafael Alberti, Fernando Pessoa, Mario Luzi… la mia ricerca si volge verso la grafica. L’incontro con il libro è stato inevitabile. Il luogo cruciale per l’incontro fra le varie operatività artistiche è stata la Scuola Internazionale di Grafica di Venezia. ‘Giochiamo molto seriamente’ dice spesso Matilde Dolcetti, in queste parole è racchiuso il segreto che riaffiora come un canto ogni qualvolta ho fra le mani un nuovo ‘libro’. E’ la curiosità, il desiderio di scoprire, esplorare e fare proprie nuove modalità espressive che mi ha spinta a frequentare la Scuola. Ho trovato molto di più. Se il libro d’artista è un filo, gli artisti di libro hanno abili mani per tessere galassie cosmiche dove pagine come stelle donano luce uomini.