melanie_mowinski_blog

2 febbraio 2016

“Waxing My Third Eye” letteralmente: “Depilando il mio terzo occhio” è una mostra nata in seguito ad un momento molto emotivo per l’artista.

Un anno in cui si sono susseguiti diversi interventi a causa di un cancro al seno hanno portato alla necessità di iniziare un nuovo percorso artistico. 
Così, Melanie ci “svela” che nella meditazione, il terzo occhio diventa il punto di messa a fuoco effettivo oltre la visuale reale.

Lei ed i suoi mondi sospesi ci raccontano che allcune persone credononello stimolare laa ghiandola pineale parzialmente sospesa tra i due emisferi del cervello per addentrarsi in questo “non-luogo” in prossimità del centro della nostra testa, nascosto in una scanalatura in cui le due metà del talamo possono unirsi. 
Ciò che in teoria accade concentrandosi su questo punto durante la meditazione è il poter accedere a quello che Descartes crede essere “la sede principale dell ‘anima ed il luogo in cui si formano i nostri pensieri.” L’attenzione per questo occhio interiore permette al meditatore di collegarsi al proprio mondo interno ed esterno prendendo coscienza della transitorietà della vita.
L’artista è partita proprio da questo punto per elevare il dolore e l’ansia che hanno caratterizzato la sua terribile esperienza in qualcosa di ulteriore, in un racconto fatto di colori e stampe.

Guarda su Facebook le immagini della mostra ➤