Il blog di Scuolagrafica Design

 

In comunicazione, non tutto è ciò che sembra

Come il packaging può rendere diversa un’esperienza di acquisto

Di solito, se pensiamo a un prodotto che siamo orientati a comprare, vogliamo che la sua confezione lo presenti qual è. Oppure ci capita di essere attratti da un’illustrazione su che, semplicemente, ci illude o ci trae in inganno.

CONTINUA...

Dal computer alla tipografia, come ti interpreto la pubblicità

Un progetto di comunicazione ispirato alla pubblicità degli anni ’80

Anche quest’anno gli allievi del II anno del Master in Grafica Pubblicitaria➤  hanno lavorato a un progetto di manifesti ideati in computer grafica e poi realizzato in serigrafia e rifinito in letterpress. La docente che li ha diretti e assistiti ci descrive questo lavoro alla luce del tema scelto questa volta.

Read More

CONTINUA...

Uno dei più bei lavori al mondo

Così Mauro Miglioranzi, pubblicitario, patron dell’agenzia Coo ee Italia, in questo blog ci parla della sua professione e di come vede il futuro

Mauro, come è stato il tuo ingresso nel mondo della comunicazione?
Ho sempre sognato fare pubblicità. Da quando sono nato. Anzi, ancor prima. Quando mia madre, incinta di me, al mattino mentre preparava il caffè per mio padre – ascoltando la radio mentre passavano gli spot radiofonici del caffè “Mauro” – si innamorò di questo nome.

CONTINUA...

Pandora e Benetton: a volte ritornano

Un commento sui due casi, considerati diversamente

Ci sono un paio due eventi che hanno animato in questi giorni il mondo della comunicazione, scatenando commenti e reprimende sui social: la pubblicità di Pandora (gioielli, bijoux) e il ritorno del tandem Luciano Benetton – Oliviero Toscani  con la riproposta del tema egualitaristico-solidale che aveva fatto “bingo” nei primi anni ’90 (dello scorso secolo).

CONTINUA...

Come realizzare una grande passione

La nostra ex allieva, Veronica Duriavig e il suo percorso nel graphic design

Veronica, ti ricordi come sei arrivata da noi?
Quando ho concluso il liceo magistrale (una scelta ‘obbligata’ da genitori contrari alla carriera ‘artistica’, un classico…) ero completamente in fissa con la grafica e determinata su ciò che volevo.

CONTINUA...

Un’architettura fatta di dettagli

La Milano contemporanea nel segno di Pietro Ricca

Intervista a Pietro Ricca, docente di Tecniche di Visual nel nostro Master in Grafica Pubblicitaria➤ in occasione della sua mostra “Milano in punta di penna – Architettura e paesaggio 1920-2016″

Come mai Pietro Ricca, un illustratore siciliano cresciuto culturalmente e professionalmente a Venezia ha dedicato un libro alle architetture di Milano?
Nel 1974, per motivi di lavoro, ho fatto il mio primo viaggio a Milano, per realizzare un paio di disegni, da inserire in una brochure per Coin, dell’edificio di Piazza 5 Giornate dove quei Grandi Magazzini aprivano una nuova filiale.

CONTINUA...

Cogli lo spirito del Pop (1)

Grafica, food e fantasia

“C’è bisogno di qualcosa che si vede ogni giorno, qualcosa che chiunque possa riconoscere. Qualcosa come un barattolo di Campbell’s Soup”

Lo spirito del Pop è riassunto in questa frase che la gallerista Muriel Latow avrebbe detto al promettente Andy Warhol, deciso a rompere con gli schemi tradizionali del fare arte, per andare ben più in là, oltre il readymade di Duchamp e le manipolazioni dei Dada.

CONTINUA...

Una festa per il graphic design

La consegna degli attestati e dei premi agli allievi che hanno concluso il biennio di Grafica Pubblicitaria

L’inaugurazione del nuovo anno di studi, puntualmente, la penultima domenica di settembre, è un evento che proponiamo da anni ma non è una semplice circostanza di routine. Ogni volta, la presenza degli allievi neodiplomati dà un significato nuovo a questa cerimonia informale, ma molto sentita. L’entusiasmo dimostrato dai ragazzi nel ritrovarsi, nel condividere le esperienze di stage e nel ricevere l’ambito attestato finale rende questa giornata un po’ speciale, una vera e propria festa.

CONTINUA...

Archivio Articoli