Hai chiuso, con la maturità, l’esperienza della scuola superiore e, ora, stai pensando al “dopo”?

Hai scoperto che ti piace la grafica e che vorresti lavorare nella comunicazione visiva, nella pubblicità, nel mondo del web?
Prima di tutto, rifletti sulle tue aspirazioni e sulla solidità delle motivazioni. Se desideri diventare grafico, non sacrificare il desiderio di sviluppare il tuo talento in un lavoro che ti piace e nel quale senti di poterti realizzare.

Poi, cerca e raccogli informazioni sui corsi offerti da università ed altri enti, pubblici e privati. Fondamentale è evitare corsi di laurea in design proposti da università estranee a questo mondo ed articolati per seguire la moda o per una pura operazione di marketing (cioè per “catturare” studenti). Può addirittura capitare che tali corsi siano interrotti dopo un anno con il conseguente inserimento in altri corsi laurea più o meno simili.

Per quanto riguarda i corsi post-diploma, verifica:
  • La storia del corso che ti interessa, cioè da quanti anni è attivo, la sua impostazione, lo stile stesso col quale si propone nel web e con i materiali promozionali. “Se la tira” troppo? Lo stile è piuttosto “su” oppure informale? Sono troppo teorici e poco pratici? Dove ti sentiresti più in sintonia?
  • La quantità e la qualità delle informazioni. Si capisce subito quanto costa? Oppure ti chiedono di inviare una richiesta o, comunque, non c’è molta chiarezza in proposito?
  • L’articolazione delle materie, cioè il piano degli studi, i materiali forniti, i testi necessari e, poi, la struttura. Le aule, le postazioni di computer, l’accoglienza complessiva, l’atmosfera dell’ambiente nel quale potresti inserirti.
  • Il monte ore complessivo. Quante ore effettive di aula? Ricorda che per una buona formazione nel design occorrono almeno 1200 ore di aula.
  • Di poter confrontare i corsi anche sulla base del costo per ora di formazione.
  • La presenza o meno di stage in agenzia di pubblicità o in studio di design e la loro durata.
  • Il numero di allievi ammessi ed il rapporto tra numero dei docenti e allievi.
  • Che i docenti siano professionisti del design grafico, nelle sue diverse articolazioni.
  • Che il corso sia realmente di formazione, e non si risolva in semplici lezioni frontali, o, peggio, che il controllo dei lavori avvenga via e-mail. Nel design grafico si impara a progettare quando si è costantemente seguiti dai docenti di riferimento.
  • Di poter visionare i progetti eseguiti dagli allievi durante i corsi passati.

Infine, quando hai deciso, impegnati a fondo, dai il meglio di te stesso e vivi felice!