Alcune riflessioni di un’allieva in occasione della inaugurazione del nuovo anno accademico

Come ogni anno, ieri, 18 settembre, con l’inaugurazione del nuovo Anno Accademico ha avuto luogo la consegna dei diplomi agli studenti che hanno terminato il Master Biennale di Grafica Pubblicitaria➤ con la premiazione dei migliori classificati e con lo speciale riconoscimento della Arjowiggins➤ al miglior progetto di packaging realizzato con i suoi preziosi cartoncini.

Tutta la Scuola è stata allestita con lavori realizzati dagli allievi durante il biennio, esposti secondo le diverse aree della progettazione grafica e questa mostra è, in fin dei conti, come un riassunto del percorso affrontato da ognuno di noi ed è anche una bella vetrina per chi non è a diretto contatto col mondo della grafica, come i numerosi amici e parenti che hanno partecipato a questo evento. Un’occasione di fare una breve incursione nel complesso, ma affascinante mondo del design grafico.

Questa ricorrenza però è sempre un’occasione anche per ritrovare amici, professori, professionisti del settore incontrati nel corso del biennio, per lasciarsi ispirare dalle creazioni e dalle esperienze altrui, dalle parole di chi in questo ambiente ha molta più esperienza.

Durante la consegna dei diplomi e la premiazione infatti il Professor Adriano Lubrano, responsabile del Master, e il Consigliere nazionale della Unicom (Unione Nazionale Imprese di Comunicazione), Federico Rossi hanno parlato di quanto siano importanti, oltre all’entusiasmo e all’impegno professionale, un retroterra culturale che permetta di inquadrare e apprezzare il design grafico nella sua complessità progettuale.

La Scuola Internazionale di Grafica è indiscutibilmente un ambiente unico che ti mette a diretto contatto con la creatività in ogni suo aspetto e ti rende un professionista completo in grado di progettare una buona comunicazione visiva. Oggi, con un po’ di pazienza e un buon uso di Google chiunque può imparare a mettere le mani sui programmi di grafica, ma questo non ti rende un grafico. All’opposto, comprendere, imparare e apprezzare la tradizione e la storia della grafica, invece, ti permette di diventare un autentico professionista del design.

Ma una formazione solida non basta se non c’è sempre passione, curiosità e voglia di continuare a imparare, provare e scoprire come ci ha ricordato Federico Rossi che ci ha incoraggiato ad amare il nostro lavoro ed a profondere su ogni progetto il massimo impegno personale, perché è questo che ti permette di distinguerti, di emergere e di costruirti la tua strada!


Orsola Scarpa Orsola Scarpa, diplomata, a fine maggio, in Grafica Pubblicitaria, dopo lo stage è entrata a far parte del nostro staff.